Incontro con il ministro Manfredi per la formazione sui Disturbi del neurosviluppo nelle università

Cari tutti,

vi informo che la scorsa settimana ho partecipato, insieme al presidente della Fish Vincenzo Falabella, a un incontro con il ministro dell’Università e della Ricerca Gaetano Manfredi.

Da tempo avevamo la necessità di questo nuovo incontro, essendo fallito quello fatto col precedente governo con il ministro Fioramonti, che  purtroppo si era dimesso nel giro di pochi mesi dal suo incarico.

Il presidente Fish ha esposto il problema della carenza formativa all’interno delle Università sui Disturbi del neurosviluppo e specialmente per l’autismo, e io ho specificato ulteriormente il danno che queste gravi lacune portano alle persone con autismo e alle loro famiglie nella presa in carico dalla diagnosi in poi. Il ministro ci è sembrato molto consapevole del problema che gli era stato spiegato tempo addietro da una sua collega docente napoletana, specializzata in neuropsichiatria infantile. Molto sentito sia dal Ministro che dai suoi collaboratori anche l’argomento dell’inclusione delle persone con autismo e del disturbo del neurosviluppo nel loro percorso universitario.

Abbiamo anche evidenziato nell’incontro, lo stretto confronto che bisogna avviare con il ministro dell’istruzione Azzolina per quanto concerne i decreti in essere relativamente alla formazione iniziale e in servizio. Falabella ha fatto inoltre una precisa richiesta della necessità di una proroga alla sanatoria per gli educatori che lavorano nella scuola e che non hanno un titolo di studio, perchè possano formarsi ai corsi universitari a distanza sulla pedagogia speciale (la sanatoria scade a dicembre 2020, affinchè non vadano perse queste figure che da anni lavorano con gli studenti con bisogni speciali.

All’incontro erano presenti il prof. Recinto (delegato dal presidente Conte per la disabilità) e il prof. Antonio Uricchio presidente di ANVUR (Consiglio Direttivo dell’Agenzia Nazionale di Valutazione del Sistema Universitario e della Ricerca.

Al termine dell’incontro, il ministro Manfredi ha concordato con noi e con i suoi collaboratori di formare un Tavolo tecnico che entri meglio nello specifico. Al tavolo parteciperanno le associazioni esperte, attraverso Fish, il prof. Giuseppe Recinto (delegato da Conte per la disabilità), il prof Uricchio, il dott. Elio Borgonovi del CNUDD, gli atenei e il Segretariato Generale, con l’obiettivo di porre le basi per un cambio culturale all’interno delle università. Il ministro ripone molte aspettative nella nostra collaborazione.

Ora con i professori Recinto e Uricchio cercheremo di costruire il decreto istitutivo, sperando che tutto possa concludersi in tempi brevi e partire con il confronto.

Ho percepito che l’eventuale Tavolo che verrà avviato consentirà una più fluida interazione tra i due dicasteri Istruzione e Università.

Fondamentale secondo me è esserci presentati dal ministro insieme a Fish (che oggi è finalmente interlocutore privilegiato del governo Conte) per dare più forza e autorevolezza alle nostre richieste.

Betty Demartis
Presidente ANGSA

Alessandra Portinari

Alessandra Portinari

Addetta stampa di ANGSA e Presidente di ANGSA Abruzzo

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi