Fond. Sospiro: XII Convegno Nazionale sulla Qualità della Vita per le disabilità: Progettare il Futuro

Dall’11 al 13 settembre 2017 si terrà a Milano il XII Convegno Nazionale sulla Qualità della Vita per le disabilità: Progettare il Futuro. Sono aperte le iscrizioni.

Il convegno sulla qualità della vita per le disabilità promosso da Fondazione Sospiro Onlus giunge alla sua dodicesima edizione: un impegno costante sul terreno culturale e scientifico a favore della disabilità. Questo evento è dedicato al futuro: pensare al tempo e alle azioni che non hanno ancora avuto luogo richiede innanzitutto di prendere consapevolezza dell’insoddisfazione rispetto allo stato delle cose presenti.

Il futuro va progettato o, piuttosto, va preparato il terreno affinché le persone possano arricchire le proprie scelte in modo “libero”? Se pensiamo alla condizione delle persone con disabilità e autismo l’artificio della programmazione sembra d’obbligo. Al punto che oggi gran parte delle espressioni che utilizziamo fanno riferimento al Progetto di vita: un atto dovuto sia per i vincoli normativi che per pura responsabilità verso l’essere umano. La responsabilità che nasce dalla condizione di poter dare un sostegno, di notare le esperienze attuali e puntare sempre più nella direzione dei valori della persona, arricchendo lo spettro delle possibilità di scelta e di vita.

Il convegno affronta alcune delle tante complessità che incontriamo quando guardiamo lontano con un piede fermo nel presente: le concettualizzazioni complesse dei quadri psicopatologici, la motivazione degli operatori, le scelte e i diritti, le evidenze, i gravi disturbi del comportamento, i rischi legati agli interventi, lo stato dell’arte delle scienze applicate.

Il convegno “Progettare il futuro” è costruito con i contributi di clinici e ricercatori riconosciuti come esperti a livello nazionale e internazionale. I lavori si aprono con tre seminari pre-convegno nella mattinata di lunedì 11 settembre. Dal pomeriggio di lunedì alla sera di martedì 12, sono previste 3 sessioni plenarie con relazioni magistrali in cui si rifletterà sulle grandi sfide che ci aspettano cercando di imparare dagli esempi più efficaci. Le lezioni magistrali saranno poi seguita da 9 simposi paralleli che permetteranno ai partecipanti di approfondire le tematiche che più si allineano ai propri interessi
Il convegno è corredato da un importante workshop, il 13 settembre, interamente dedicato all’applicazione delle scienze contestualiste per promuovere il benessere degli operatori e dei famigliari.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *