Un premio internazionale a Lisa Perini

Importante il riconoscimento ottenuto dall’artista trevigiana Lisa Perini, persona con autismo, che a Vancouver, in Canada, si è aggiudicata il secondo premio nella categoria delle Arti Visive al 7° AWAF (Anca World Autism Festival), evento basato sullo scambio culturale tra realtà di ventisei Paesi del mondo che si occupano di autismo. In particolare, l’AWAF consente a molte persone affette da autismo di interfacciarsi ad altre, colpite dallo stesso disturbo, che hanno scelto, per esprimere la propria esperienza, la strada delle espressioni artistiche

Lisa Perini a Vancouver (Canada)

Lisa Perini fotografata a Vancouver (Canada), durante il 7° AWAF (ANCA World Autism Festival)

Come segnala con legittimo orgoglio Sonia Zen, presidente dell’ANGSA Veneto (Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici), «l’artista trevigiana Lisa Perini, persona con autismo, ha ottenuto a Vancouver, in Canada, il secondo premio nella categoria delle Arti Visive al 7° AWAF(Anca World Autism Festival), svoltosi all’inizio del mese».
«Si tratta – prosegue Zen – di un importante evento, basato sullo scambio culturale tra realtà di ventisei Paesi del mondo che si occupano di autismo. In particolare, l’AWAF consente a molte persone affette da autismo di interfacciarsi ad altre, colpite dallo stesso disturbo, che hanno scelto, per esprimere la propria esperienza, la strada delle espressioni artistiche. Tutto quindi si è svolto in un susseguirsi di eventi culturali, sociali, sportivi, canori e teatrali, nei quali le persone con autismo, con le loro eccellenze e peculiarità, hanno svolto un ruolo di protagoniste».

Lisa Perini – di cui il nostro giornale ha già avuto il piacere di occuparsi lo scorso anno, in occasione di una mostra – si esprime con la pittura, con lavori digitali, installazioni, mosaico e scultura, e ha già al proprio attivo vari premi e numerose mostre personali e collettive, sia in Italia che all’estero. «Nell’opera di Lisa – è stato scritto – il colore diviene un personale alfabeto per rielaborare e filtrare la rappresentazione, in particolare con l’uso del prediletto rosso, che traccia l’originale orizzonte dell’artista, volto alla paradisiaca bellezza».
In Canada Lisa era presente con la propria accompagnatrice Iolanda Baratto e con il fratello Alessandro Radovan (tutor). (S.B.)

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *