Tavola rotonda sull’autismo. La lettera della presidente di ANGSA

Pubblichiamo la lettera della presidente di ANGSA, Benedetta Demartis, in merito al 74esimo Congresso Italiano di Pediatria, organizzato dalla Società Italiana di Pediatria.
Di seguito anche il link al programma completo del Congresso, che si svolge a Roma dal 12 al 16 Giugno 2018:
Spett. Presidenza Società Italiana Pediatria,

Angsa Onlus (Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici) esprime la sua perplessità sulle modalità di svolgimento della tavola rotonda prevista sull’autismo durante la giornata del 14 giugno pv all’interno del vostro Congresso, nella sessione “ diagnosi precoce di autismo e ruolo del pediatra” che si svolgerà all’Angelicum di Roma (a pagina 48 del programma, ndr).
Al proposito alleghiamo la lettera inviatavi dal prof. Stefano Vicari neuropsichiatra infantile del Dipartimento di Neuroscienze e Neuro-riabilitazione presso l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù (in copia qui), lettera che Angsa Onlus condivide pienamente!
Ci domandiamo, allora, a cosa valgano la LG21, la legge 134/2015, le Linee di Indirizzo della Conferenza Unificata Stato Regioni del 10 maggio 2018, e, quindi, che valore ha a questo punto l’evidenza scientifica.
Che senso ha avere una diagnosi precoce se poi le famiglie vengono abbandonate alla mercé di interventi che non rispondono a quello che in questo momento la scienza ci indica come efficace e che addirittura ahimè spesso risultano dannosi.
Vi chiediamo che l’Ordine dei Pediatri sia coerente con la propria Etica nel rispetto dei vostri pazienti con autismo e delle loro famiglie, e che 
contribuisca ad agire nel solco segnato dalle Linee Guida emanate dall’Istituto Superiore della Sanità quando si parla di autismo, nell’attesa del suo prossimo aggiornamento.
Ci piacerebbe tanto come genitori avervi al nostro fianco, per parlare finalmente insieme un linguaggio comune.
Ringraziando per l’attenzione porgiamo cordiali saluti.
Benedetta Demartis
Presidente ANGSA Onlus

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *