Cinema per l’accessibiltà culturale e l’inclusione sociale

Il cinema si confronta con le tematiche dell’accessibilità

Il Progetto Cinemanchìo propone un percorso inclusivo attraverso la resa accessibile delle opere cinematografiche e la messa a sistema di un modello stabile basato su riferimenti culturali e sociali, progettualità determinata e ampiezza di applicazione.

Le Istituzioni e il mondo del cinema hanno la possibilità di affermare, attraverso rispettivamente un intervento legislativo e strumenti innovativi sul piano della produzione e dell’offerta, un principio di uguaglianza e di inclusione culturale e sociale che costituisca un segnale forte di civiltà e di democrazia in tutto il Paese.

Il cinema può diventare la porta d’ingresso per un grande processo culturale che coinvolga nuovo pubblico e migliaia di spettatori fino ad oggi esclusi dall’esperienza della visione del film in una sala cinematografica.

Intervengono

Rita Borioni Consigliera d’Amministrazione RAI – Roberto Perpignani Montatore e docente di cinematografia

Alberto Simone Regista, Associazione 100Autori – Marco Asunis Presidente FICC

Valeria Cotura Associazione FIADDA Onlus – Laura Raffaeli Presidente Blindsight Project Onlus

Modera: Stefano Pierpaoli Coordinatore Cinemanchìo

Rappresentanti delle professionalità del cinema ed esercenti delle sale cinematografiche

Partecipano

Roberto Speziale Presidente ANFFAS – Benedetta De Martis Presidente ANGSA

Francesco Fratta UICI Onlus – Antonio Cotura Presidente FIADDA onlus

Martedì 31 ottobre h. 18:30

Festa del Cinema di Roma – Auditorium Parco della Musica

Spazio Roma Lazio Film Commission

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *