Autismo: a che punto siamo? Ecco il bilancio della presidente Demartis per la giornata della consapevolezza dell’autismo

2 aprile 2019 Comunicato stampa

Mai come quest’anno in Italia la Giornata Mondiale della Consapevolezza dell’Autismo sarà celebrata. Non c’è paese, città e regione che non abbia in campo iniziative dedicate. Saranno tante le luci blu che brilleranno nella notte del 2 aprile e per tutta la settimana sotto il cielo italiano e in tutto il mondo.

ANGSA (Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici) celebrerà in ogni sede con le nostre famiglie e i nostri volontari, tanti eventi. Convegni, seminari, incontri con le scuole, corsi formativi, proiezioni a tema, concerti, attività sportive e ludiche a misura dei nostri bimbi e adulti speciali.

Ricordo però che non è una festa. Purtroppo non c’è molto da festeggiare ancora per le nostre provatissime famiglie, che lottano ogni giorno contro una cruda realtà dovuta spesso alla lentezza burocratica per arrivare a dei risultati concreti.

Tanti sono i ritardi e le mancanze sui servizi da attivare: dalla garanzia delle cure alle liste di attesa ai centri dedicati. Ma ormai la macchina del cambiamento non potrà più essere fermata. Le linee d’indirizzo devono trovare applicazione; le linee guida per l’età evolutiva stanno per essere aggiornate e quelle sugli adulti finalmente vedranno la luce a breve.

I fondi dedicati all’autismo che il Parlamento mette nella voce annuale del Bilancio per il 2019 e per il 2020 sono stati raddoppiati a 10 milioni e tutti saranno spesi per avere una ricaduta su tutti i territori in Italia. Il Ministero della Salute, attraverso la cabina di regia affidata all’ISS, sta sollecitando le Regioni all’applicazione delle Linee d’indirizzo.

ANGSA è in prima linea, come lo è da ben 34 anni, per dialogare, pungolare, collaborare affinché questo cambiamento culturale continui e migliori finalmente la vita delle persone con autismo, che ancora soffrono insieme alle loro famiglie a causa di un’inerzia amministrativa che ostacola il cambiamento. Confidiamo nella generosità degli italiani e nella Settimana dell’Autismo, dall’1 al 14 aprile, collaboriamo con la FIA (Federazione Italiana per l’Autismo) per promuovere, sostenere e potenziare le attività di ricerca nell’ambito dei disturbi dello spettro autistico.

Novara, 30 Marzo 2019

Benedetta Demartis

Benedetta Demartis

Presidente Angsa

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi