ORA BASTA! PROCEDEREMO PER VIE LEGALI: LA NORMATIVA VA APPLICATA

L’indignazione dell’Angsa è stata espressa in una nota della presidente Benedetta Demartis che ha annunciato di procedere per vie legali dopo che Roberto, un ragazzo autistico di San Lazzaro ha dato fuoco alla sua casa durante una crisi.
“La denuncia dell’Angsa Bologna sulla storia di Roberto, il ragazzo autistico 19enne, che ha dato fuoco alla propria abitazione – spiega la presidente Demartis -, apre degli scenari ancora indefiniti, che gettano nello sconforto tante famiglie. Questo episodio è l’ennesimo dramma, che si consuma tra le famiglie con un adulto autistico. Le madri, con figli violenti, sono le vittime più deboli e
lasciate sole nonostante ci sia una normative vecchia ormai di sei anni e mai applicata. Le linee guida, per molti versi all’avanguardia, hanno dato un indirizzo ben preciso su queste problematiche, ma puntualmente vengono inevase. Quando si parla di autismo in età infantile è già difficile, ma quando quei bambini crescono in alcuni casi la situazione diventa ingestibile nella gestione a casa e i genitori sono logorati da anni di stress e fisicamente debilitati da quei figli che hanno energie superiori alle loro forze. Abbiamo lottato tanto in questi anni, ma passi avanti sugli adulti, nonostante le promesse, non sono stati fatti e per noi è finito anche il tempo dell’indignazione passiva e a questo punto passeremo a vie legali”.

Novara, 11 Dicembre 2018

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *